Giovanni Valetti, classe 1913. Nel 1938 vince il Giro d'Italia e il Tour de Suisse. Nel 1939 pure. E come avversario un certo Bartali. Un campione del ciclismo, un eroe del suo tempo. Ma di Giovanni Valetti, a differenza di molti altri campioni, rimane poco o niente. Quasi nulla nella memoria collettiva, poco nella memoria degli addetti ai lavori. Eppure la figura di Giovanni Valetti è affascinante, protagonista di episodi mitici nella storia del ciclismo, in un’era fatta di sudore, fatica e scarsi guadagni. Ma come mai il mito di Valetti non è giunto fino a noi?
Come mai di lui oggi non si sa più niente? Il documentario si avventura nella ricostruzione storica, per suggerire alcune suggestive ipotesi, e intende raccontare il sapore dell’epopea del ciclismo storico, attraverso la ricostruzione degli eventi che hanno segnato la vita di Valetti come sportivo e come uomo.

Soggetto
Lucio Lionello, Simone Gigiaro, Gabriele Monaco
Sceneggiatura
Lucio Lionello, Simone Gigiaro, Gabriele Monaco
Interpreti
Carlo Valetti, Onorina Valetti, Beppe Conti, Marco Pastonesi, Carlo Delfino, Luciano Berruti, Alfredo Martini.
Direttore di produzione
Gabriele Monaco
Organizzatore generale
Associazione Culturale H12
Produzione esecutiva
Simone Gigiaro
Produttore
Associazione Culturale H12 (Vinovo, TO)
Produzione
H12 associazione culturale (Vinovo, TO)
con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte e della Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - sviluppo dicembre 2012 - “Piemonte Doc Film Fund Under 30", nell’ambito dell’accordo tra il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Piemonte)
Distribuzione
Istituto Luce
Premi e festival

Ghirlanda d'Onore al FICTS Fest, il Premio Pindaro all'Overtime Sport Film Festival e i premi Miglior montaggio e Miglior sceneggiatura all'International Sport Film Festival.

Contatti
H12 Associazione Culturale (Gabriele Monaco)