Film Commission Torino PiemonteFilm Commission Torino Piemonte

Preferiti
Ricerca

Film database / Film realizzati / Documentari

La vita al tempo della morte

(Life in the Time of Death)

di Andrea Caccia
Italia, 2010, 82'

Il passare delle stagioni ai Laghi della Lavagnina. Undici conversazioni in prossimità della fine. Un garage colmo di oggetti da riordinare. Astrazione, parole e cuore. Un lento viaggio verso i confini del linguaggio. Una trilogia sul senso del guardare: un sasso, un volto, lo scorrere della vita tra le cose…

NOTE DI REGIA

Quando ho iniziato a lavorare a questo progetto, avevo chiara una sola cosa; che sarebbe stato un film sulla morte. Perché un film sulla morte? Molti l’hanno già fatto con risultati straordinari…
Oggi ho trovato la risposta o forse, mi sono solo avvicinato a qualcosa che ha le sembianze di una risposta… Certo, gli eventi mi hanno dolorosamente aiutato, vivere è sempre più sorprendente che immaginare, e forse un film come questo, serve solo a dirmi che la morte non si lascia raccontare.
La morte è esigente, richiede silenzio, pazienza, forza e meditazione. Una meditazione che a volte sconfina nella paura. Paura di svelarsi, di scoprirsi deboli, di chinarsi di fronte al destino. Più volte sono stato sul punto di abbandonare per paura.
Poi ho compreso che nulla è come la morte… se non la vita stessa.»

ATTO PRIMO

Ho cominciato a filmare le persone che frequentano i  laghi della Lavagnina in Piemonte, durante una calda estate, attratto dalla loro ricerca di libertà, di piacere, di semplice refrigerio. Mi sono soffermato sulle dimostrazioni di coraggio dei tanti ragazzi che li affollano. Ho a lungo osservato gli spericolati tuffi, i comportamenti, i loro lasciare scivolare il tempo… Ho prodotto ore e ore di girato; corpi, pietre, acqua, licheni, foglie, vento… Ma è stato solo poi, quando i laghetti si sono spopolati, che ho cominciato a comprendere cosa stavo cercando. Le stagioni passavano ed io rimanevo lì… a filmare cosa, mi chiedevo. Poi sono arrivate le prime piogge, la luce minima dell’inverno e finalmente la porta dell’ Ade. Solo guardando attraverso il tempo si conquista il tempo.

ATTO SECONDO

Nei mesi di malattia di una persona cara, tante, troppe sono le domande che rimangono nascoste. Spesso, in prossimità della fine, non si hanno parole; è solo un lungo e assordante silenzio. Impauriti dal semplice atto dell’ascoltare,  non sappiamo che tacere. La seconda parte del film è un tentativo di parlare della/alla morte in maniera diretta, provando a guardarla negli occhi, attraverso la testimonianza di chi, in un letto di ospedale o di una casa, attende il momento della dipartita. Solo parole e volti.

ATTO TERZO

Mio padre faceva l’imbianchino. Il garage è stato nel corso della sua vita; magazzino, soffitta, laboratorio, rifugio. In trent’anni credo di non averlo mai visto in ordine, anche se lui continuava a ripetersi che l’ indomani lo avrebbe sistemato. Pochi giorni dopo la sua morte, ci sono entrato per cercare un martello e ancora una volta, senza nulla avere previsto, ho trovato il pezzo mancante della storia che volevo raccontare. Latte di vernice vuote, pennelli essiccati, vestiti da lavoro, utensili di ogni tipo, ombrelli, fumetti, disegni, dischi, polvere. Pezzi di vita, piccoli segni di un’esistenza qualunque. L’intera storia di un uomo, condensata in pochi metri cubi.

RegiaAndrea Caccia
SoggettoAndrea Caccia
SceneggiaturaAndrea Caccia
FotografiaMassimo Schiavon
MontaggioMarco Duretti
Musica originaleBruno Dorella
OperatoreMassimo Schiavon, Andrea Caccia, Cristian Dondi
Altri creditsMontaggio del suono: Fabio Coggiola, colore e disegni animati: Marco Fantozzi
Interpreti(in ordine di apparizione) ATTO PRIMO: I ragazzi dei Laghi della Lavagnina | ATTO SECONDO: Margherita Bassoli, Silvia Boffelli, Cosima Brillante, Rossana Brioschi, Isabella Colajanno, Barbara Colson, Carlos Cornejo, Dario Manzoni, Angela Porcelli, Salvatore Sauro, Salvatore Telese | ATTO TERZO: Massimo Caccia, Andrea Caccia, Germana Rosina, Filippo Caccia
Produzione esecutivaErica Gianesini
ProduttoreAndrea Caccia
ProduzioneRoadMovie (Cesano Maderno, MI)
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e della Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - produzione aprile 2007 - post produzione settembre 2008) | con il supporto di Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori Milano, Hospice Virginio Floriani, Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della carità Novara, Hospice di Galliate (NO)
Distribuzione/DiffusioneRoadmovie srl - Via Fara 7 Milano (MI) T/F +39 0362 690081 roadmovie@roadmovie.it
Festival - Mercati - Eventi

Venezia Giornate degli autori - 67° Festival di Venezia

ContattiAndrea Caccia
Emailandrea.caccia@alice.it
Webwww.andreacaccia.it
Ricerca guidata
Anno
Ricerca libera

© 2007 Fondazione Film Commission Torino Piemonte. Tutti i diritti riservati.
Crediti | Contatti | Privacy