Film Commission Torino PiemonteFilm Commission Torino Piemonte

Preferiti
Ricerca

Film database / Film realizzati / Lungometraggi fiction

Un Aldo qualunque

(An everyday man, opera prima)

di Dario Migliardi
Italia, 2002, 87'

Nel 1978 Aldo Chimenti e la moglie Marisa si trasferiscono a Torino da un piccolo paese in provincia di Bari; lei entra in polizia, lui si divide tra il lavoro di ragioniere e la parrocchia. In seguito ad un incidente, Aldo conosce Biagio, un ex-comunista, e Caimano, entrambi nullafacenti, che convincono Aldo ad effettuare una giocata clandestina; i tre vengono così coinvolti in un’inchiesta sul calcio-scommesse condotta, tra gli altri, da Marisa, desiderosa di una promozione.
Aldo scopre di essere indagato proprio dalla moglie e l’abbandona.

«Il film è una fiaba sui sentimenti e l'amicizia... Gli Anni Settanta sono solo un pretesto, la cornice ideale dove far muovere un personaggio come Aldo. Anni di forte differenze e contrasti: in tal modo l'incontro del mio protagonista con un tipo agli antipodi come Bruno diventa lo specchio di una generazione e di tempi fortemente antitetici. […] Il '78 fu un anno fuori dall'ordinario, ed ho voluto una ricostruzione precisa proprio per dare credibilità alla storia d'amicizia dei due protagonisti e così renderla universale. Ho molto amato film come Together o East is East, ambientati negli anni Settanta, ed ho ammirato come avessero data vita ad una ricostruzione di quegli anni veramente perfetta. […] Come riferimento gli [ad Arnaldo Catinari] ho proposto il film di Cameron Crowe Almost Famous ed abbiamo cercato di lavorare sulle tonalità di luci e colori di quel film ambientato proprio negli anni Settanta americani! Avendo inoltre fatto diciassette giorni di prove con gli attori, conoscevo perfettamente come muovere la macchina da presa su ciascuno di loro: Fabio ha una mimica straordinaria ed ho suggerito ad Arnaldo di stargli praticamente attaccato addosso; Battiston parla con gli occhi e quindi gli ho chiesto di illuminargli gli occhi... insomma un lavoro di collaborazione veramente proficuo!»
(Dario Migliardi)

RegiaDario Migliardi
SoggettoSalvatore De Mola, Valeria Giasi, Dario Migliardi
SceneggiaturaSalvatore De Mola, Valeria Giasi, Dario Migliardi
FotografiaArnaldo Catinari
MontaggioClaudio Cormio
ScenografiaMassimo Santomarco
CostumiCarolina Olcese
Musica originaleTimoria
SuonoMario Iaquone
OperatoreMarco Pieroni
Effetti specialiGuido Pappadà
TruccoIsabella Morelli. Special Factory
Aiuto registaBruno Buzzi
CastingSonia Troiani
Altri creditsBarbara Cucchiarati (aiuto costumista), Sara Graziani (assistente ai costumi), Miriam Bertaina (segretario di produzione), Chiara Bergaglio (location manager); Enrico Corradino (assistente al trucco)
InterpretiFabio De Luigi (Aldo), Michele Bottini (Biagio), Giuseppe Battiston (Caimano), Silvana Fallisi (Marisa), Manuela Ungaro (Hèlena), Neri Marcorè (Mark), Omar Pedrini (don Luigi), Nanni Tormen (carrozziere), Piero Ferrero (custode museo), Maximilian Nisi (saccopelista), Toni Mazzara (questore)
Ispettore di produzioneMatteo Fariello, Gabriele Pacitto
ProduttoreUmberto Massa
CoproduttoreRai Cinema
ProduzioneKubla Khan (Roma)
con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte (2001)
Distribuzione/Diffusione01 Distribution
Assistente al montaggioLuca Onorati
Assistente alla regiaLuca Grivet Brancot e Matteo Bernardini
Vendite internazionaliRai Trade
Festival - Mercati - EventiTORINO FILM FESTIVAL 2002: Orizzonte Europa 2002
Ricerca guidata
Genere
Anno
Ricerca libera

© 2007 Fondazione Film Commission Torino Piemonte. Tutti i diritti riservati.
Crediti | Contatti | Privacy