News
01 Aprile 2019

Martedì 2 aprile 2019, alle ore 20.30, il Cinema Lux di Torino (Galleria San Federico 33) ospiterà l’anteprima del film “Bene ma non benissimo”, diretto da Francesco Mandelli e realizzato in larga parte a Torino la primavera scorsa, in presenza dell’attore torinese Fabio Troiano che di "Bene ma non benissimo" ha curato la sceneggiatura.

L’anteprima è organizzata in collaborazione con La Stampa TorinoSette: i biglietti per la proiezione sono infatti a disposizione dei lettori di TorinoSette da venerdì 29 marzo.
Sarà sufficiente recarsi presso le casse del Cinema Lux in orario di apertura e mostrare la pagina di TorinoSette che presenta l’anteprima per ottenere il biglietto d’ingresso.

Il film sarà nelle sale italiane a partire da giovedì 4 aprile.

Bene ma non benissimo è una commedia prodotta da Viva Productions, società di produzione milanese di Pier Paolo Piastra e realizzata con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e la collaborazione di FIP Film Investimenti Piemonte. Il film è realizzato in co-produzione con Fabio Troiano, Vincenzo Terracciano (anche sceneggiatori del film) e con Lupin Film di Riccardo Neri, che ricopre inoltre il ruolo di produttore esecutivo.

Molte location della Città sono al centro della vicenda della giovane protagonista che, trasferitasi al Nord per seguire il papà, dovrà affrontare molte sfide per adattarsi e fare nuove amicizie: il Palaghiaccio Tazzoli, il Museo Egizio, Piazza Vittorio Veneto e Borgo Cornalese sono alcuni dei luoghi scelti per mostrare l’amicizia e le avventure di Candida e dell’amichetto Jacopo. A queste si aggiunge il Fiorfood Coop dove il rapper Shade – idolo della protagonista appunto – incontra i suoi fan e firma le copie del suo ultimo cd.

Sinossi:
 
Candida è un'adolescente paffutella e orfana di madre, che vive con il padre Salvo in un piccolo paese del sud. Ama ballare al ritmo delle canzoni di Shade, un famoso rapper di cui è innamorata. Costretta a trasferirsi a Torino con il padre, Candida dovrà affrontare la sfida di una nuova vita.
Ma Torino si rivela più dura del previsto, specie quando viene chiamata alla prova più difficile: l'integrazione in una nuova scuola a metà dell'anno scolastico tanto da diventare lo zimbello dei suoi nuovi compagni. Candida stringe però amicizia con Jacopo un ragazzino introverso e bullizzato dalla classe a cui solo lei riesce a strappare il sorriso. Da semplici compagni di banco diventano ben presto amici inseparabili. Torino si trasforma agli occhi di Candida in una città a suo modo magica e da scoprire con il suo nuovo amico. Il padre di Jacopo, un facoltoso imprenditore, non vede di buon occhio la loro amicizia ritenendola interessata fin quando non sarà costretto a ricredersi.