Press releases
27 Marzo 2019

Sono passati otto anni dalla sua elezione al Quirinale e Peppino Garibaldi vive il suo idillio sui monti con Janis e la piccola Guevara. Peppino non ha dubbi: preferisce la montagna alla campagna... elettorale. Janis, invece, è sempre più insofferente a questa vita troppo tranquilla e soprattutto non riconosce più in lui l'uomo appassionato, di cui si era innamorata, e che voleva cambiare l'Italia. Richiamata al Quirinale, nel momento in cui il Paese è alle prese con la formazione del nuovo governo e appare minacciato da oscuri intrighi, Janis lascia Peppino e torna a Roma con Guevara. Disperato, Peppino non ha scelta: tornare alla politica per riconquistare la donna che ama.

Questa la storia che fa da sfondo alle vicende e alle peripezie del Presidente – questa volta del Consiglio dei Ministri - Peppino Garibaldi, nuovamente interpretato da Claudio Bisio a sei anni dalla fortunata uscita di Benvenuto Presidente!

Anche oggi, come allora, le riprese del film – 4 su 7 settimane - sono state realizzate in buona parte in Piemonte: l’Alta Val Susa ha infatti nuovamente ospitato l’abitazione di Peppino, mentre le location torinesi hanno vestito i panni dei luoghi romani della politica. A San Sicario, Sauze di Cesana, Fenils sono state girate le scene che riguardano la vita privata del protagonista e della sua famiglia, la sua baita immersa nei boschi e il torrente: riprese imbiancate dall’unica grande nevicata della stagione, proprio come accadde per le riprese del 2012. In Torino le riprese si sono concentrate a Palazzo Cisterna, Palazzo Chigi nella finzione, mente Palazzo Reale è stato nuovamente trasformato nell’ufficio del Presidente della Repubblica al Quirinale; l’Accademia delle Scienze è stata per un giorno la Biblioteca del Quirinale e nella Galleria Grande della Reggia di Venaria è stato costruito il set del noto corridoio del Quirinale.

Anche la troupe ha visto una forte componente di professionisti piemontesi, il 50% delle maestranze coinvolte: tra questi segnaliamo la location manager Cristina Vecchio, la casting director Leucotea Monti, la capo truccatrice Francesca Buffarello. Il cast artistico ha inoltre visto la presenza dell’attore alessandrino Franco Ravera, che ha vestito i panni di Luciano.

“Siamo felici di aver potuto collaborare alla realizzazione di questo progetto che ha certamente le carte in regola per confermare il successo di pubblico del precedente. Così il Presidente di Film Commission Torino Piemonte Paolo Damilano commenta le riprese piemontesi di “Bentornato Presidente”, segnalando che i registi Fontana e Stasi hanno costruito, sulla base dei personaggi e degli ambienti precedenti, una commedia inedita nei toni, con la volontà di reinterpretare la vita del Presidente Peppino ai giorni nostri. Ancora una volta le location del territorio, quelle in Città come quelle di montagna, sanno restituire al meglio la varietà e le bellezze della nostra regione e sono certo che il pubblico saprà nuovamente gradirle”

Bentornato Presidente è una coproduzione INDIGO FILM e VISION DISTRIBUTION realizzato in collaborazione con SKY CINEMA e TIM VISION con il contributo del POR FESR Piemonte 2014-2020 - Azione III.3c.1.2 - bando “Piemonte Film TV Fund” e con il sostegno di FILM COMMISSION TORINO PIEMONTE


Torino, 26 marzo 2019