Tratto da una storia vera, il film storico e d’avventura narra le vicende di Domingo Badia - un ufficiale dell’esercito spagnolo che, sul finire del ‘700, viene inviato in Marocco come agente segreto per rovesciare il sultanato locale – e Lady Hester Stanhope, nipote del primo ministro inglese William Pitt, raccontando la loro lunga storia d’amore e attraversando le terre di Spagna, Inghilterra, Francia, Marocco, Siria.

Pur ambientato tra la fine del 1700 e l’inizio del 1800 il film presenta tematiche estremamente attuali poiché contrappone l’Islam moderato e pacifico al fanatismo religioso più estremo.

L’incontro del regista Souheil Benbarka con il cinema avviene a Roma nel 1962 quando assiste per caso alle riprese di una scena di Otto e mezzo di Federico Fellini. Nel 1966 viene ammesso al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Quello stesso anno è assistente alla regia dell’Edipo Re di Pier Paolo Pasolini. Dal 1972 ha prodotto e realizzato una decina di documentari, più di 200 film pubblicitari e 7 lungometraggi cinematografici (Les milles et une mains del 1972, da una sceneggiatura di Vincenzo Cerami, Les amants de Mogador).  È stato produttore esecutivo per il Marocco di una trentina di film tra cui: Gesù di Nazareth di Franco Zeffirelli - Queimada di Gillo Pontecorvo - Il segreto del Sahara di Alberto Negrin - The last temptation of Christ e Kundun di Martin Scorsese - Gladiator e Black hawk down di Ridley Scott. Dal 1986 al 2003 è stato Direttore Generale del Centro Cinematografico Marocchino.

Regia
Souhel BenBarka
Fotografia
Ugo Menegatti
Costumi
Lia Morandini (Costumista); Ilaria Belloste (Sarta)
Operatore
Andrea Grasselli (Aiuto operatore)
Segretario di edizione
Altri credits
Stefano Masera (Location manager). Vincenzo Cavaliere (Autista). Marco Pirino e Adriano Necco (Elettricisti).
Interpreti
Rodolfo Sancho, Carolina Crescentini, Massimo Ghini, Marco Bocci, Marisa Paredès e con la partecipazione di Giancarlo Giannini
Produzione esecutiva
Flat Parioli (ITA) e Jal’s Production
Produzione
Jal'S Production (Marocco)
Con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte